Santa Marta

25° Humidity:42% Clouds:81% Wind (ENE):3kph nubi sparse
venerdì 24°Csabato 23°Cdomenica 15°Clunedì 16°Cmartedì 20°Cmercoledì 20°Cgiovedì 21°C

DOVE SIAMO

Dedicata ai Santi Pietro e Paolo, la chiesa di Santa Marta è un edificio di origine quattrocentesca che sorge nell’omonima via, situata nel bosco di Carona (quartiere di circa mille abitanti che sorge nella parte alta di Lugano). L’attività plurisecolare dell’Arciconfraternita ha fatto nascere l’usanza di riferirsi alla chiesa come “Santa Marta”, e lo stesso nome ha preso anche la via che sale verso la chiesa.
Per la sua storia e importanza, la chiesa rientra nell’elenco dei beni culturali tutelati dal Canton Ticino. Motivo per il quale è stato recentemente approvata una significativa opera di restauro finanziata in gran parte dal Cantone, ma alla quale possono ad oggi contribuire anche privati.
Gli ampliamenti del XVI secolo hanno inglobato l’antica chiesa del quattrocento nell’edificio così come si presenta oggi, con la modifica dell’asse originario a navata unica (spostato da est a nord) e la creazione dell’attuale pianta a croce latina. Tali opere sono visibili dalle ampie tracce negli interni (diversi livelli di solaio e coperture) ed esterni (in muratura intonacata nella parte quattrocentesca e in muratura a vista in quelle successiva).
Tra gli affreschi quattrocenteschi presenti (oggi tutti in restauro): il San Cristoforo in facciata, la Madonna con Santa Marta e a seguito Arciconfratelli incappucciati nella cappella laterale.
I due grandi apostoli vengono ricordati dall’Arciconfraternita nella festa della Conversione di San Paolo (ultima domenica di gennaio) e appunto nella festa dei Santi Pietro e Paolo, il 29 giugno.
Il campanile della chiesa ha 3 campane ambrosiane manuali
Do4: Barigozzi 1842;
Re4: Bianchi 1963;
Mib4: Angelo Bianchi 1924.